Pages Menu
TwitterRssFacebookPinterestGoogle Plus
Categories Menu

Posted on mar 27, 2013 in Arte e Cultura | 1 comment

Castel Thun: un gioiello in Val di Non

Castel Thun: un gioiello in Val di Non

Saranno le Dolomiti, i colori, fenomenali in ogni stagione, i sapori della terra, le tradizioni e certi posti che ti accolgono con il fuoco sempre acceso d’inverno e un po’ d’ombra rinfrescante d’estate, sarà per il cibo gustoso e il vino schietto, sarà per il mescolarsi inquieto di culture, per quest’aria di confine, insomma sarà per tutto questo e per molto altro, sta di fatto che il Trentino Alto Adige è sempre una meta favolosa.

Delle città, Merano con le sue serate lungo il Passirio, Bolzano che ospita Ötzi, la mummia di un uomo di circa 3200 anni fa, Rovereto con il MaRT, il museo dalla cupola futuristica, parleremo un’altra volta.

Adesso invece andiamo alla scoperta di un Castello. In Trentino Trentino Alto Adige ce ne sono a bizzeffe, ma Castel Thun merita davvero una visita. Si trova in mezzo a montagne antichissime, valli ricche di viti e storia. È stato costruito a metà del XIII secolo e fino agli ‘80 del Novecento è stato la dimora della famiglia Thun. È messo in una posizione bellissima e strategica, sopra un’altura, in Val di Non.

Per raggiungerlo bisogna passare un piccolo bosco e salire una strada che si inerpica tra vecchi alberi. Il castello ha un sistema difensivo fantastico. Torri, bastioni, un fossato e il camminamento di ronda. Si possono immaginare i soldati che andavano avanti e indietro e che facevano segnali di fuoco alle altre fortificazioni.

Un volta entrati attraverso il ponte levatoio ci si trova davanti un lungo colonnato e poi finalmente il palazzo dei conti Thun. Esternamente appare massiccio e impenetrabile, ma dentro è una sorpresa. Prima di tutto c’è una corte, piuttosto grande. Da fuori non si capisce che c’è tutto quello spazio. Se si sale la scala si raggiunge una bella loggia che dà sulla cortile. Da lì ci si inoltra nelle stanze del castello dove è possibile ricostruire la storia dei Thun, ovvero dei signori feudali che per darsi importanza si sono inventati un antenato di grande valore. Dicevano di discendere direttamente da San Vigilio. La famiglia si manteneva indirizzando il primogenito alla carriera ecclesiastica, mentre il secondogenito si doveva sposare per continuare la stirpe, un metodo originale, ma molto efficace.

Comunque la famiglia aveva vari rami e uno di questi è rimasto a Thun fino al 1982, quando è morto l’ultimo erede. L’edificio possiede moltissime sale tutte con una funzione specifica: quella di rappresentanza, quella della musica, le camere da letto, le cucine e poi c’è la stanza del vescovo, che è la più famosa e interessante. Ha le pareti ricoperte di legno con una porta che chiamano di Ercole perché vi è intarsiata una scena in cui è protagonista il famoso eroe mitologico.

All’esterno ci sono giardini dall’andamento regolare e ordinato. Un tempo era il luogo delle feste, dei tornei cavallereschi, dei matrimoni, delle rappresentazioni teatrali. Oggi è un punto perfetto per gustarsi il panorama. Da lì si domina la valle: le vette lontane, le colline sottostanti piene di filari. Qualche paesino qua e là e poi nei giorni limpidi il Gruppo di Brenta. Insomma una visita al Castello di Thun non può mancare.

Be Sociable, Share!

1 Comment

Trackbacks/Pingbacks

  1. Val di Non (TN). 9 giugno 2013: Marcia Gastronomica | Smartrippin
    [...] volete andare alla scoperta di un castello in Val di Non,  Castel Thun merita davvero una [...]

Post a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

COOKIE
I Cookie sono costituiti da porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell'erogazione del servizio in base alle finalità descritte. I Cookie utilizzati appartengono alle seguenti sottocategorie:

Cookie di sessione
Il cookie di sessione archivia e recupera valori per un determinato utente. Le informazioni sono archiviate lato server e solo l'ID univoco contenuto nel cookie viene condiviso tra l'utente e il server. Le informazioni memorizzate sul server restano in memoria fino alla scadenza della sessione. Il cookie stesso non contiene dati personali.

Cookie analitici di terzi, Google Analytics con IP anonimizzato (Google Inc.)
permettono di acquisire informazioni statistiche in merito alle modalità di navigazione degli Utenti. Tali informazioni sono trattate in forma aggregata ed anonima.

Come posso controllare l'installazione di Cookie?
In aggiunta a quanto indicato in questo documento, è possibile gestire le preferenze relative ai Cookie tramite le impostazioni del proprio browser.
E' importante notare che disabilitando tutti i Cookie, il funzionamento di questo sito potrebbe essere compromesso.
Puoi trovare informazioni su come gestire i Cookie nel tuo browser ai seguenti link:
Google Chrome, Mozilla Firefox, Apple Safari e Microsoft Windows Explorer.

Chiudi