Pages Menu
TwitterRssFacebookPinterestGoogle Plus
Categories Menu

Posted on lug 23, 2013 in Borghi | 0 comments

Castelli della Valle d’Aosta: la maestosità di forte Bard

Castelli della Valle d’Aosta: la maestosità di forte Bard

Sappiamo che è un gioco di parole, ma si può affermare che le valli, dalle più importanti alle minori, della Valle d’Aosta sono ricche di castelli, fortificazioni e torri, alcuni visitabili, altri che si possono ammirare solo all’esterno.

Del resto la regione è sempre stata un passaggio obbligato per chi voleva attraversare le Alpi. Per questo motivo in molti decisero di lasciare i centri abitati e occupare zone lontane dai controlli, di costruire castelli su punti elevati in modo da dominare il territorio e quindi di chiedere pedaggi per sostentarsi. I primi manieri compaiono nell’XI secolo e sono di tipo difensivo, poi, attorno al Seicento, iniziano a nascere castelli residenziali che sostituiscono quelli del primo tipo.

Tra le fortezze più imponenti c’è il Forte di Bard. L’edificio si trova su un promontorio in mezzo a una valle scavata dallo scorrere della Dora Baltea, il fiume per eccellenza della Valle d’Aosta.

La costruzione non solo è sopraelevata e domina la vallata in modo strategico, ma si trova anche vicino al confine naturale creato dal fiume e quindi perfetto per monitorare i passaggi tra l’Italia e la Francia. L’inexpugnabile oppidum, come venne definito nel 1034, dopo essere stato della casata dei Bard divenne proprietà dei Savoia che lo custodirono per molti anni e lo usarono durante le battaglie contro la Francia, sia nel 1704 che nel 1800 quando al comando c’era Napoleone. Nei secoli mantenne il suo ruolo di struttura inespugnabile e fermò in più occasioni l’avanzata delle truppe nemiche, soprattutto francesi.

Quello che vediamo oggi è un edificio che ha subito interventi di restauro nel 1830 su ordine di Carlo Felice di Savoia. L’intervento lo rese un complesso militare, composto da più fabbricati su piani differenti, adatto a ospitare un gran numero di soldati – fino a 800 – provvigioni, armi.

A fine Ottocento il forte venne abbandonato e cadde in disuso. Venne poi usato come carcere militare, nel 1975 divenne demanio militare e solo nel 1990 diventò proprietà della regione. Ora è aperto al pubblico e al suo interno sono stati ricavati il museo delle Alpi, collocato negli ambienti del forte, e le prigioni, composte da anguste celle dove che oggi ospitano un itinerario che permette di scoprire la storia del forte dal Mille ai giorni nostri. Per accedere alla sommità della fortezza è possibile seguire una via pedonale che si sviluppa fra possenti muraglioni oppure servirsi di ascensori panoramici.

Orari
dal martedì al venerdì 10.00 | 18.00
sabato, domenica e festivi 10.00 | 19.00
Chiuso lunedì
La biglietteria chiude un’ora prima del Forte

Museo delle Alpi
dal martedì al venerdì 10.00 | 18.00
sabato, domenica e festivi: 10.00 | 19.00

Mostra Dalla Terra all’Uomo
prorogata sino al 1° settembre 2013
dal martedì al venerdì 10.00 | 18.00
sabato, domenica e festivi: 10.00 | 19.00

Mostra Magnum Contact Sheets
dal 21 giugno al 10 novembre 2013
dal martedì al venerdì 11.00 | 18.00
sabato, domenica e festivi: 11.00 | 19.00

Le Alpi dei Ragazzi
dal martedì al venerdì l’ingresso è riservato solo ai gruppi, su prenotazione, telefonando allo 0125 833817
aperture per tutti  11.00 | 18.00 (domenica e festivi)
Dal 10 al 25 agosto compresi aperto tutti i giorni
Le Prigioni del Forte
dal martedì al sabato: 11.00 | 18.00
domenica e festivi: 11.00 | 19.00

 

faidate72890

Be Sociable, Share!

Post a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

COOKIE
I Cookie sono costituiti da porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell'erogazione del servizio in base alle finalità descritte. I Cookie utilizzati appartengono alle seguenti sottocategorie:

Cookie di sessione
Il cookie di sessione archivia e recupera valori per un determinato utente. Le informazioni sono archiviate lato server e solo l'ID univoco contenuto nel cookie viene condiviso tra l'utente e il server. Le informazioni memorizzate sul server restano in memoria fino alla scadenza della sessione. Il cookie stesso non contiene dati personali.

Cookie analitici di terzi, Google Analytics con IP anonimizzato (Google Inc.)
permettono di acquisire informazioni statistiche in merito alle modalità di navigazione degli Utenti. Tali informazioni sono trattate in forma aggregata ed anonima.

Come posso controllare l'installazione di Cookie?
In aggiunta a quanto indicato in questo documento, è possibile gestire le preferenze relative ai Cookie tramite le impostazioni del proprio browser.
E' importante notare che disabilitando tutti i Cookie, il funzionamento di questo sito potrebbe essere compromesso.
Puoi trovare informazioni su come gestire i Cookie nel tuo browser ai seguenti link:
Google Chrome, Mozilla Firefox, Apple Safari e Microsoft Windows Explorer.

Chiudi