Pages Menu
TwitterRssFacebookPinterestGoogle Plus
Categories Menu

Posted on mar 20, 2013 in Bere | 0 comments

La Grappa al ponte di Bassano, un posto suggestivo e ricco di storie

La Grappa al ponte di Bassano, un posto suggestivo e ricco di storie

Cominciamo dal Ponte Vecchio, dicendo che è stato progettato da Andrea Palladio nel 1569. L’architetto padovano è stato uno dei grandi geni dell’architettura mondiale. Impossibile immaginare la gloria della Serenissima senza le sue ville e certi scorci di Vicenza e di Venezia senza le linee delle sue chiese, una su tutte la Basilica di San Giorgio Maggiore. La Casa Bianca, la residenza del presidente degli Stati Uniti, deve molto allo stile di Palladio.

Ma torniamo al Ponte Vecchio, realizzato in legno e con una copertura che  protegge il percorso in tutta la sua lunghezza.

Sotto le sue arcate passa il Brenta. Il fiume di solito scorre tranquillo, ma certe  piene sono state causa di crolli, alcuni fatali, come quella, violentissima, del 1748 che l’ha raso al suolo. Dal centro del ponte, guardando a nord, si ha una splendida vista sul Canale di Brenta, che rappresenta la parte meridionale della Valsugana.

Sempre da lì è possibile scorgere il Monte Grappa. Nei giorni di sole, sulla cima, si può scorgere uno scintillio incessante. Non è la neve, ma l’enorme sacrario militare dove sono custodite le reliquie di oltre 22.000 militari fra italiani e austroungarici. Qui infatti si svolsero alcune delle battaglie più cruente e determinanti della Prima guerra mondiale.

Ma torniamo alla grappa, motivo principe per cui vi abbiamo condotto a Bassano. All’imboccatura del ponte si trova la Grapperia Nardini. È uno spazio minuscolo, con tre stanze, ricavate nella pancia dell’impalcatura. Appena entrati si respira il sapore della storia. Qui infatti, nel 1779, Bortolo Nardini, aprì la sua distilleria con annessa Grapperia. Guardatevi attorno, bancone, pavimenti, scaffali, scansie sono rimasti immutati nel tempo. Il segno del passato l’hanno fatta entrare di diritto nei Locali Storici d’Italia. Una sosta qui per l’aperitivo è imprescindibile. Se incontrate qualche signore un po’ espansivo, magari reso più loquace dall’ennesimo “mezzo e mezzo”, il cocktail per eccellenza servito da Nardini, vi potrà raccontare di come il ponte sia stato il cuore di molte delle vicende storiche locali e nazionali.

La grappa ad esempio divenne celebre suo malgrado durante la Grande Guerra. Scaldava cuori e animi durante le lunghe notti in trincea, aiutava i soldati a non perdere le speranze. Terminato il conflitto, l’abitudine del grappino rimase, ma per fortuna iniziò a sposarsi con i momenti più spensierati della vita come lo stare a fare baldoria con gli amici.

Purtroppo la guerra, la Seconda stavolta, venne di nuovo a turbare il ponte e il suo distillato principe. La grappa veniva requisita dagli eserciti di passaggio e i poi tedeschi in ritirata distrussero il ponte. Ancora una volta i bassanesi fuorno costretti a riedificarlo. Fu inaugurato il 3 ottobre 1948.

A pochi passi dal ponte è stato aperto al pubblico il “Poli Museo della grappa”. Un luogo suggestivo dove si può scoprire la storia della distillazione, i segreti della grappa, visionare gli strumenti necessari alla produzione e, ovviamente, degustare i diversi tipi di distillati, liquori e grappe.

728x90_producthotel1

Be Sociable, Share!

Post a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

COOKIE
I Cookie sono costituiti da porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell'erogazione del servizio in base alle finalità descritte. I Cookie utilizzati appartengono alle seguenti sottocategorie:

Cookie di sessione
Il cookie di sessione archivia e recupera valori per un determinato utente. Le informazioni sono archiviate lato server e solo l'ID univoco contenuto nel cookie viene condiviso tra l'utente e il server. Le informazioni memorizzate sul server restano in memoria fino alla scadenza della sessione. Il cookie stesso non contiene dati personali.

Cookie analitici di terzi, Google Analytics con IP anonimizzato (Google Inc.)
permettono di acquisire informazioni statistiche in merito alle modalità di navigazione degli Utenti. Tali informazioni sono trattate in forma aggregata ed anonima.

Come posso controllare l'installazione di Cookie?
In aggiunta a quanto indicato in questo documento, è possibile gestire le preferenze relative ai Cookie tramite le impostazioni del proprio browser.
E' importante notare che disabilitando tutti i Cookie, il funzionamento di questo sito potrebbe essere compromesso.
Puoi trovare informazioni su come gestire i Cookie nel tuo browser ai seguenti link:
Google Chrome, Mozilla Firefox, Apple Safari e Microsoft Windows Explorer.

Chiudi