Pages Menu
TwitterRssFacebookPinterestGoogle Plus
Categories Menu

Posted on lug 24, 2013 in Montagna | 0 comments

Santuario di San Romedio: un eremitaggio tra roccia e aria

Santuario di San Romedio: un eremitaggio tra roccia e aria

Se diciamo Val di Non, le immagini che subito affiorano alla mente sono montagne, pascoli verdi, cieli puri, mele strepitose e la vita genuina che ancora si può trovare in montagna. Questi elementi fanno da cornice a un edificio affascinante, misterioso, che si trova nella parte nord-ovest del Trentino, in una località chiamata Coredo – il Santuario di San Romedio.
Arrivando a piedi il luogo appare imperscrutabile, infatti vi si accede a piedi attraverso il sentiero delle forre di San Romedio, un cammino scavato nella roccia a picco sul canyon. Il tratto, costruito sulla basamento di un ex acquedotto, appare a tratti molto angusto a causa del basso soffitto di roccia, ma è sicuro e protetto da parapetti. E da qui la vista della stretta valle è davvero suggestiva.
Alla fine di questo ardito percorso si rimane a bocca aperta davanti al Santuario che si eleva su una roccia calcarea alta quasi 100 metri e che da quello sperone sembra dominare uomo e natura.
La storia del Santuario ha origine in quella del santo da cui prende il nome. Nel IV secolo Romedio era membro di una ricca famiglia bavarese-tirolese, proprietaria di alcune ricchezze nella zona di Innsbruck. Dopo un pellegrinaggio a Roma con alcuni amici, decise al suo ritorno di donare ogni suo avere alla Chiesa e di ritirarsi con alcuni seguaci in un luogo isolato per dedicare la sua vita a Dio. Così trovò in Val di Non, tra le rocce scavate da due torrenti, l’ambiente ideale per vivere in completa austerità e di fatto iniziando un percorso di eremitismo. Alla sua morte venne seppellito in cima alla roccia e più tardi, attorno all’anno 1000, in quel luogo fu edificata la prima delle cinque chiesette di cui è composto l’intero Santuario.
Alla prima furono aggiunte la chiesetta di San Romedio, quella del Santissimo, costruita dai vescovi Thun, la chiesetta di San Giorgio e dell’Addolorata. All’edificio Sacro più vecchio, situato più in alto, si accede attraverso un portale chiamato di Aricarda. La costruzione ospita ancora oggi le reliquie del santo ed è meta di pellegrinaggi. Nei pressi della chiesetta di San Romedio, invece, è presente una grata da cui si può vedere la grotta in cui abitavano i primi eremiti e le cui pareti ospitano affreschi del Seicento. L’esterno è austero, semplice, con pareti in intonaco chiaro e tetti scuri a punta. Per visitare tutti gli edifici, si sale una lunga scalinata a cui si accede passando da un portone sorvegliato dalla statua del Santo e da quella di un orso. Il motivo della presenza dell’animale è dovuta alla leggenda associata a Romedio. Si racconta infatti che volendo andare a far visita al vescovo di Trento chiese che gli venisse portato un cavallo, ma proprio mentre lo conducevano da lui, l’animale fu aggredito da un orso. Romedio rese l’orso docile e raggiunse Trento sulla sua groppa.
Dopo una visita al complesso, è possibile seguire un sentiero che porta al vecchio cimitero da cui si ha una notevole vista su valle e Santuario. Oppure, se si hanno tempo e voglia di camminare, si può seguire un altro itinerario e raggiungere il lago di Santa Giustina.

Orario apertura Santuario:
da ottobre ad aprile: 9.00 – 17.00
da maggio a giugno, e mese di settembre: 8.30 – 18.00
da luglio ad agosto: 8.00 – 19.00

Dal 19 luglio al 8 settembre 2013 sarà attivo il servizio di bus navetta per la tratta Sanzeno (Parcheggio Ristorante Mulino) – Santuario di San Romedio. Orari corse: dalle 9.30 alle 18.30 (frequenza corse ogni 18-20 minuti). Costo biglietto per bus navetta (A/R): singoli € 1,50. Costo accesso per pullman: è consentito l’accesso ai pullman turistici pagando un pedaggio di € 35,00.

Attenzione! Nel periodo maggio–ottobre 2013,  causa lavori di ristrutturazione,  il Santuario sarà solo parzialmente accessibile al pubblico e le reliquie del Santo verranno momentaneamente traslate.

Per informazioni
Santuario di San Romedio tel. 0463.536198
Azienda per Il Turismo Val di Non tel.  0463.830133
info@visitvaldinon.it

faidate72890

Be Sociable, Share!

Post a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

COOKIE
I Cookie sono costituiti da porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell'erogazione del servizio in base alle finalità descritte. I Cookie utilizzati appartengono alle seguenti sottocategorie:

Cookie di sessione
Il cookie di sessione archivia e recupera valori per un determinato utente. Le informazioni sono archiviate lato server e solo l'ID univoco contenuto nel cookie viene condiviso tra l'utente e il server. Le informazioni memorizzate sul server restano in memoria fino alla scadenza della sessione. Il cookie stesso non contiene dati personali.

Cookie analitici di terzi, Google Analytics con IP anonimizzato (Google Inc.)
permettono di acquisire informazioni statistiche in merito alle modalità di navigazione degli Utenti. Tali informazioni sono trattate in forma aggregata ed anonima.

Come posso controllare l'installazione di Cookie?
In aggiunta a quanto indicato in questo documento, è possibile gestire le preferenze relative ai Cookie tramite le impostazioni del proprio browser.
E' importante notare che disabilitando tutti i Cookie, il funzionamento di questo sito potrebbe essere compromesso.
Puoi trovare informazioni su come gestire i Cookie nel tuo browser ai seguenti link:
Google Chrome, Mozilla Firefox, Apple Safari e Microsoft Windows Explorer.

Chiudi