Pages Menu
TwitterRssFacebookPinterestGoogle Plus
Categories Menu

Posted on giu 5, 2013 in Borghi | 3 comments

Borgo di Soncino: tra immaginari fantasy e torri inespugnabili

Borgo di Soncino: tra immaginari fantasy e torri inespugnabili

In una zona agricola e pianeggiante, densa di coltivazioni e disseminata di piccoli centri, alcuni sede di antiche comunità monastiche, altri di eccellenze architettoniche di stampo medievale e rinascimentale, ci si può imbattere in Soncino, un borgo in provincia di Cremona.

Tutto l’abitato, circoscritto da una cerchia di mura e caratterizzato da un impianto regolare, evidente lascito di epoca romana, presenta palazzi e chiese di estremo fascino, ma, una volta superata la cinta muraria, è senza dubbio la rocca, ad attirare l’attenzione con più energia.

Furono gli Sforza, che dominarono la cittadina a lungo, a voler consolidare l’antica fortezza risalente al Duecento. A partire dal 1473 l’ingegnere Bartolomeo Gadio mise in moto le modifiche dell’edificio. La struttura, completamente in mattoni, è contraddistinta da quattro possenti torri di cui l’unica circolare, più alta delle altre, era usata per l’avvistamento.

Le mura ragguardevoli per dimensioni e altezza, furono concepite per attutire i colpi delle artiglierie. Erano protette da merlature e avevano caditoie da cui i difensori potevano lanciare pietre e liquidi bollenti.

Il fossato, molto profondo, era superabile solo tramite un ponte levatoio. A partire dalla fine dell’Ottocento fu sostituito con un rivellino, ovvero un tipo di fortificazione staccata dalla cinta muraria, messa a proteggere la porta d’ingresso.

A partire dal 1536 la rocca passò nelle mani della famiglia Stampa che piano piano la convertirono in una residenza signorile. Ecco perché vennero chiamati celebri pittori locali a decorare alcune sale e perché venne costruita una cappella interna. Degli affreschi sono rimasti alcuni brani, soprattutto nella Torre del Castellano, così chiamata perché ci viveva il governatore del complesso fortificato. Era anche l’unica completamente isolata, visto che rappresentava l’ultimo baluardo in caso di attacco.

I sotterranei sono uno dei luoghi più affascinanti della struttura e anche se non visitabili sono perlomeno visibili nel percorso di visita e danno l’idea dell’intrico di passaggi segreti che permettevano a chi si trovava all’interno di fuggire e di disperdersi nella campagna circostante in caso di assalto.

Nel cortile interno, ancora oggi è presente il pozzo che dava acqua durante gli assedi.

Se amate il cinema, il castello ha fatto da set per Ladyhawke un film fantasy del 1985 con protagonisti Michelle Pfeiffer Michelle Pfeiffer, Matthew Broderick, Rutger Hauer e per Il mestiere delle armi di Ermanno Olmi.

Altri sono i personaggi e i luoghi di Soncino che meritano di essere descritti e raccontati.

In questo articolo ci accontentiamo di parlarvi del Palazzo degli Azzanelli, una costruzione che risale al XV secolo e che spicca nel tessuto urbano per gli ornamenti in cotto della facciata. I due livelli sono separati da un marcapiano che propone festoni, ghirlande e putti che si inseguono per tutta la lunghezza del fonte. Le finestre sono a loro volta contornate da decorazioni in cotto a cui un tempo si aggiungevano piastrelle in ceramica. Notevole anche l’interno, anche se non visitabile, caratterizzato da un cortile con spaziosi archi ribassati ed eleganti colonne.

Toneremo di certo a Soncino per narrarvi di Ezzelino da Romano, uno dei più famigerati e cruenti condottieri medievali e, soprattutto, della fiorente attività di stampa portata qui da una famiglia israelita dalla città tedesca di Spira a partire dal 1483.

2-728x90

Be Sociable, Share!

3 Comments

Trackbacks/Pingbacks

  1. Soncino (CR). 7-10 /13-17 giugno: Festa del Fiume | Smartrippin
    [...] A questo bellissimo borgo in provincia di Cremona, abbiamo dedicato un articolo: Borgo di Soncino: tra immaginari fantasy e torri …
  2. Soncino (CR). 22-23 giugno 2013: Il Bello della Birra | Smartrippin
    [...] Degustazioni e vendita di Birre Artigianali provenienti dai Borghi più Belli d’Italia aperte al pubblico e degustazione di piatti …
  3. Soncino (CR). 24-25 maggio 2014: Festa di Primavera | Smartrippin
    […] borgo di Soncino è tutto pronto per la “Festa di Primavera“, che sabato 24 e domenica 25 colorerà le …

Post a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

COOKIE
I Cookie sono costituiti da porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell'erogazione del servizio in base alle finalità descritte. I Cookie utilizzati appartengono alle seguenti sottocategorie:

Cookie di sessione
Il cookie di sessione archivia e recupera valori per un determinato utente. Le informazioni sono archiviate lato server e solo l'ID univoco contenuto nel cookie viene condiviso tra l'utente e il server. Le informazioni memorizzate sul server restano in memoria fino alla scadenza della sessione. Il cookie stesso non contiene dati personali.

Cookie analitici di terzi, Google Analytics con IP anonimizzato (Google Inc.)
permettono di acquisire informazioni statistiche in merito alle modalità di navigazione degli Utenti. Tali informazioni sono trattate in forma aggregata ed anonima.

Come posso controllare l'installazione di Cookie?
In aggiunta a quanto indicato in questo documento, è possibile gestire le preferenze relative ai Cookie tramite le impostazioni del proprio browser.
E' importante notare che disabilitando tutti i Cookie, il funzionamento di questo sito potrebbe essere compromesso.
Puoi trovare informazioni su come gestire i Cookie nel tuo browser ai seguenti link:
Google Chrome, Mozilla Firefox, Apple Safari e Microsoft Windows Explorer.

Chiudi