Pages Menu
TwitterRssFacebookPinterestGoogle Plus
Categories Menu

Posted on ago 30, 2013 in Città medie, Pavia | 0 comments

Nel cuore della Pianura Padana: la città di Pavia

Nel cuore della Pianura Padana: la città di Pavia

Fuori dalle metropoli, il cuore della Pianura Padana propone un piccolo ritorno alla campagna di un tempo, fatta di distese di prati coltivati, di risaie coperte d’acqua e abitate da aironi e splendide cascine dei secoli scorsi che ancora conservano mura in pietre e mattoni.

Attraversando questa distesa pianeggiante si arriva nei pressi del fiume Ticino e poco distanti dalle rive del grande Po. Dove c’è acqua c’è vita e se ci sono fiumi pescosi e navigabili c’è una città: Pavia, in questo caso. D’origini romaniche, diventa poi capitale del regno longobardo e si mantiene centrale durante il Medioevo, soprattutto grazie all’Università.

La città di Pavia era una meta importante sulla via Francigena per chi andava in pellegrinaggio a Roma, in particolare per le numerose chiese che ospita. Oltre alla Certosa di Pavia, cioè il monastero con annesso il Santuario, il centro della città è ricco di edifici religiosi risalenti a epoche storiche diverse. Dislocati nella fitta rete di vie derivata dal castrum romano, i monumenti religiosi più noti sono sicuramente il Duomo, la Basilica di San Michele Maggiore, la chiesa di Santa Maria del Carmine, la chiesa di San Pietro in Ciel d’Oro, nominata da Dante nella Divina Commedia, la chiesa di San Teodoro dedicata a uno dei protettori della città e la più antica chiesa di San Gervasio e Protasio.

Al progetto del Duomo contribuirono numerosi architetti tra i quali anche Bramante e Leonardo da Vinci e, nonostante abbia avuto alcuni problemi di stabilità a causa del crollo della vicina Torre Civica, oggi presenta una pianta a croce greca imperfetta con una grande cupola ottagonale al centro. Nella piazza è possibile ammirare la statua equestre del Regisole, il simbolo della città. La basilica di San Michele è famosa sia per la sua struttura e decorazioni, sia sacre che profane, realizzate in pietra arenaria, sia perché fu luogo di numerose incoronazioni tra le quali quella di Federico Barbarossa. La chiesa di Santa Maria del Carmine è uno degli esempi meglio conservati di architettura lombardo-gotica, con la facciata in mattoni rossi che termina con sottili guglie e i giochi di perfetta simmetria che si trovano all’interno, tra le navate.

Il nucleo del centro storico è sicuramente Piazza della Vittoria, area rettangolare in cui si incrociano Strada Nuova e Corso Cavour, le vie principali, oggigiorno dedicate allo shopping e allo svago notturno. La Piazza era il luogo in cui si manifestava il potere civile con parate, feste e persino esecuzioni. Qui si affacciano diversi edifici di rilevanza artistica con portici tre-quattrocenteschi, come l’ex chiesa di Santa Maria Gualtieri, la Casa Rossa, l’antico palazzo del Broletto, la chiesa di San Nicolò della Moneta. Esiste inoltre un mercato sotterraneo a cui si può accedere dalla piazza e in cui è possibile vedere un’antica fognatura romana di recente scoperta.

Notevole è il Castello Visconteo, voluto da Galeazzo II Visconti nel 1360 come dimora di caccia e successivamente allestito con stanze signorili, una grande biblioteca e una fornitissima armeria. Oggi è sede dei musei civici e di alcune mostre oltre che di concerti ed eventi, ospitati nel grande cortile.

Uno dei simboli della città è sicuramente il Ponte Coperto che attraversa il Ticino nella zona Borgo Ticino, dove finisce Strada Nuova. Dell’antico ponte romano sono le fondazioni dei piloni, mentre medievali sono gli attracchi visibili alle due rive. Quello che si vede oggi è una ricostruzione sulla base di un ipotetico progetto del Trecento, costruito dopo il bombardamento subito durante la seconda guerra mondiale.

Altri simboli della città sono le torri, costruite dalle famiglie nobili per mostrare il loro potere. Oggi ne rimangono una decina e presentano caratteristiche simili, come la pianta quadrata e i mattoni.

Pavia è rinomata città universitaria, infatti molte sono le facoltà ospitate nelle storiche sedi dislocate sul suo territorio. Una leggenda dal mondo universitario narra che non è di buon auspicio guardare negli occhi la statua della Minerva che si trova nell’omonima piazza, ma è comunque un monumento simbolo, che per chi non si deve laureare merita di essere osservato.

La stagione ideale per visitare la città è la primavera, così da poter passeggiare nell’area pedonale alla scoperta degli edifici e degli angoli caratteristici e magari di godere degli accoglienti parchi che costeggiano il Ticino.

IT Mobile IT Image Banner 216 x 36

Be Sociable, Share!

Post a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

COOKIE
I Cookie sono costituiti da porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell'erogazione del servizio in base alle finalità descritte. I Cookie utilizzati appartengono alle seguenti sottocategorie:

Cookie di sessione
Il cookie di sessione archivia e recupera valori per un determinato utente. Le informazioni sono archiviate lato server e solo l'ID univoco contenuto nel cookie viene condiviso tra l'utente e il server. Le informazioni memorizzate sul server restano in memoria fino alla scadenza della sessione. Il cookie stesso non contiene dati personali.

Cookie analitici di terzi, Google Analytics con IP anonimizzato (Google Inc.)
permettono di acquisire informazioni statistiche in merito alle modalità di navigazione degli Utenti. Tali informazioni sono trattate in forma aggregata ed anonima.

Come posso controllare l'installazione di Cookie?
In aggiunta a quanto indicato in questo documento, è possibile gestire le preferenze relative ai Cookie tramite le impostazioni del proprio browser.
E' importante notare che disabilitando tutti i Cookie, il funzionamento di questo sito potrebbe essere compromesso.
Puoi trovare informazioni su come gestire i Cookie nel tuo browser ai seguenti link:
Google Chrome, Mozilla Firefox, Apple Safari e Microsoft Windows Explorer.

Chiudi