Pages Menu
TwitterRssFacebookPinterestGoogle Plus
Categories Menu

Posted on lug 3, 2013 in Capolavori | 0 comments

Cappella Suardi: Lorenzo Lotto e la fine del mondo

Cappella Suardi: Lorenzo Lotto e la fine del mondo

Febbraio 1524. In tutta Italia si rincorre la voce che qualcosa di paragonabile al diluvio universale si scatenerà a breve. Gli astrologi vaticinano da tempo ormai – la congiunzione dei pianeti parla chiaro. Molti lasciano le case, si riparano in posti che ritengono più sicuri. Qualcuno preannuncia anche l’arrivo dell’Anticristo.

Pochi anni prima il teologo tedesco Martin Lutero ha messo in crisi le fondamenta della Chiesa Cattolica scagliandosi contro la corruzione che dilaga a Roma. In tutta risposta, in una bolla del 1520, papa Leone X parla di “tralci secchi di vite che non rimangono in Cristo”. Martin Lutero viene scomunicato, ma lui brucia la scomunica e continua la predicazione.

Nel frattempo la guerra, putrida e mercenaria, va avanti ininterrotta sul territorio italiano. I Lanzichenecchi fanno il bello e il cattivo tempo e, imbevuti della nuova dottrina, non esitano i distruggere le immagini sacre che scovano durante le loro campagne. Insomma la tempesta è reale, ma anche simbolica: il mondo si sta rovesciando.

A Trescore Balneario, pochi chilometri fuori Bergamo, Battista Suardi, un nobile colto e illuminato, decide che è ora di trovare il modo di offrire un punto di vista su ciò che sta accadendo, una visione, ma soprattutto fare un voto per scongiurare i pericoli reali o presunti che si stanno abbattendo sul mondo. Vuole farlo attraverso l’arte. Nella sua villa di campagna, la cappella di famiglia è ancora priva di decorazioni. Fra l’altro, pur essendo un edificio privato, è aperto ai signori e alla popolazione del luogo. Così, per far capire a chi frequenta la chiesetta cosa pensi dell’eresia e per rendere manifesta qual è la vera fede secondo lui, sceglie di affidare i muri della cappella a Lorenzo Lotto. Il pittore di origine veneta ha 43 anni all’epoca, ed è nel pieno della maturità. La sua arte si è arricchita delle esperienze fatte viaggiando e confrontandosi con i grandi pittori italiani e nordici.

Lotto e Suardi non sono solo artista e committente, ma anche amici. Grazie a lui il pittore entra a far parte di una cerchia di uomini illustri, letterati, studiosi, scienziati. La frequentazione gli permette di apprendere nozioni che saranno fondamentali per sviluppare il programma iconografico della cappella. In particolare è l’amicizia con Girolameno Terzi, maestro di sacra teologia, e il confronto con Suardi stesso, a far nascere la concezione del ciclo.

Il risultato è uno dei capolavori della pittura a fresco del Rinascimento italiano.

Lotto non ambisce alla bellezza e all’armonia del Raffaello delle Stanze Vaticane né alla titanica forza sprigionata dalla Cappella Sistina Michelangiolesca. Piuttosto la sua è una pittura del quotidiano, popolare, eppure non priva di significati nascosti e ricercati, dove la psicologia si mescola al simbolico.

Una volta entrati nella cappella è evidente l’intento scenografico e teatrale in cui Lotto vuole spingere lo spettatore.

La parete principale è dominata dal Cristo-Vite, ovvero una personificazione di ciò che viene narrato da Giovanni nel Vangelo “Io sono la vite, voi i tralci”, che cita anche la bolla papale contro Martin Lutero. La grande figura di Gesù si staglia al centro della narrazione e dalle sue mani germogliano i tralci che vanno a costituire dei girali in cui sono racchiusi profeti e sibille. Attorno al Cristo, Lotto organizza le “Storie di Santa Barbara”.

La narrazione, separata in episodi definiti da spazi urbani, architetture, loggiati di stampo rinascimentale, si struttura in un gioco di primi piani ed episodi relegati sullo sfondo. Notevole è la capacità descrittiva che, grazie all’uso di colori e di accostamenti inusuali, dà un’impronta a metà tra reale e racconto immaginario. A sinistra, Lotto rappresenta la caduta degli eretici che attaccano la vite con le roncole, ma che sono respinti da San Gerolamo. Una scena dal forte sapore cinematografico.

La parete di fronte è invece dedicata alle “Storie di Santa Brigida”, una monaca irlandese, protagonista di innumerevoli opere di carità, invocata come protettrice dei raccolti e delle greggi e, come Santa Barbara, per scongiurare i disastri naturali.

Rispetto all’altra parete, il racconto è meno movimentato e più composto, eppure gli episodi della vita della santa escono con vibrante sincerità, documentano lo spirito del tempo, ma anche un mondo in cui il lavoro dei campi fa da sfondo a insegnamenti tratti dalle letture sacre e che si intrecciano alla filosofia e ad altri concetti complessi.

Sopra una delle due finestrelle che scandiscono la superficie emerge un uomo che porta una fascina di panioni, ovvero dei bastoni usati per catturare gli uccelli. In una mano ha anche una gruccia su cui è legata una civetta. L’uomo è Lotto stesso che si rappresenta come un uccellatore. Il tetto è decorato come se fosse aperto e si potesse vedere il cielo. Inoltre con un effetto illusionistico di notevole impatto sembra che i girali della vite proseguano anche tra le travi legno da dove spiovono i grappoli. Fra le finte viti spuntano dei putti vendemmianti, uno di loro, fa un gesto che può sembrare irriverente, ma che invece nasconde un significato simbolico, ovvero fa la pipì verso il basso, proprio sopra il ritratto di Lotto. Nel gergo alchemico, l’urina, era chiamata Lot, da qui il sottile gioco di rimandi tra l’arte alchemica e quella di chi dipinge.

Di fatto l’Oratorio Suardi rappresenta la summa dell’opera di Lotto, popolare e complessa al tempo stesso. Notevole per immediatezza di toni e di rappresentazione e ancora più intrigante se si va a leggere alla luce di alcune teorie esoteriche e ricche di significati nascosti.

QUANDO
E’ possibile effettuare visite guidate agli affreschi, ogni domenica (da Marzo a Novembre), senza obbligo di prenotazione. La prima visita è alle 15.00, la seconda alle 16.30 (con ritrovo presso Ufficio Pro Loco).

COSTO
Il costo del biglietto è di 8,00 € a persona, mentre per gruppi superiori a 15 persone il prezzo del biglietto è di 6 € a persona. Sono previste riduzioni per i ragazzi sotto i 14 anni.

PRENOTAZIONI
Per visite in giorni differenti dalla domenica, bisogna effettuare la prenotazione (minimo 5 persone), con almeno un paio di giorni di preavviso, presso l’Ufficio Pro Loco  Trescore Balneario, in Via Suardi 20, telefonando al numero 035/944777

GRUPPI
Per i gruppi da 10 a 25 persone è sempre obbligatoria la prenotazione.

ACCESSO
L’accesso all’Oratorio avviene attraverso l’Ufficio Pro Loco. Le visite sono guidate. Non è possibile effettuare visite senza accompagnamento.

 

Estate_728 x 90

Be Sociable, Share!

Post a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

COOKIE
I Cookie sono costituiti da porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell'erogazione del servizio in base alle finalità descritte. I Cookie utilizzati appartengono alle seguenti sottocategorie:

Cookie di sessione
Il cookie di sessione archivia e recupera valori per un determinato utente. Le informazioni sono archiviate lato server e solo l'ID univoco contenuto nel cookie viene condiviso tra l'utente e il server. Le informazioni memorizzate sul server restano in memoria fino alla scadenza della sessione. Il cookie stesso non contiene dati personali.

Cookie analitici di terzi, Google Analytics con IP anonimizzato (Google Inc.)
permettono di acquisire informazioni statistiche in merito alle modalità di navigazione degli Utenti. Tali informazioni sono trattate in forma aggregata ed anonima.

Come posso controllare l'installazione di Cookie?
In aggiunta a quanto indicato in questo documento, è possibile gestire le preferenze relative ai Cookie tramite le impostazioni del proprio browser.
E' importante notare che disabilitando tutti i Cookie, il funzionamento di questo sito potrebbe essere compromesso.
Puoi trovare informazioni su come gestire i Cookie nel tuo browser ai seguenti link:
Google Chrome, Mozilla Firefox, Apple Safari e Microsoft Windows Explorer.

Chiudi