Pages Menu
TwitterRssFacebookPinterestGoogle Plus
Categories Menu

Posted on Lug 3, 2013 in Bergamo | 0 comments

Sul colle di Sant’Eufemia in città alta: la Rocca di Bergamo

Sul colle di Sant’Eufemia in città alta: la Rocca di Bergamo

I lavori di costruzione della Rocca di Bergamo iniziano nel 1331 quando a governare la città c’è il re di Boemia e terminano nel 1336 con gli ultimi interventi indetti da Guglielmo di Castelbarco prima e Azzone Visconti poi.

In quel periodo la rocca era una parte del complesso difensivo di cui facevano parte la Cittadella, di cui oggi rimane una parte, e la Cittadella Superiore, oggi scomparsa.

La rocca è composta da un mastio a pianta quadrangolare e presentava quattro torri circolari agli angoli.

Durante la dominazione veneziana, periodo in cui vennero costruite anche le mura, alla costruzione venne aggiunta un torrione circolare a scarpata, con caratteristiche adatte agli armamenti del XV secolo, ad esempio l’apertura delle cannoniere. In quello che oggi è il parco della rocca è conservata l’antica torre medievale a pianta quadrata che faceva una volta parte del complesso difensivo. Oggi al complesso si accede tramite un portale a un paio di metri dal suolo usando scale in muratura ed è rimasta quella che, secondo le ricostruzioni, era la porta di accesso della cinta esterna. All’esterno del mastio, ancora, sono stati ritrovati i camminamenti e una piccola porticina che serviva da apertura di soccorso.

Gli ambienti all’interno della rocca oggi sono occupati dal Museo Storico di Bergamo che propone ricostruzioni di ambienti in cui ebbero luogo le maggiori vicende bergamasche e percorsi multimediali.

L’edificio venne occupata anche Napoleone e dalle sue milizie nel XVIII secolo e venne liberato poi da Garibaldi.

Oggi la rocca è sede, oltre che del museo, anche di rievocazioni storiche e luogo della memoria dedicato agli eventi del Risorgimento e alle due guerre mondiali, con esposizione di collezioni storiche e lapidi commemorative.

Grazie alla sua magnifica vista a 360 gradi, motivo per cui divenne un baluardo difensivo nei secoli, la rocca di Bergamo è meta di chi vuole trovare un po’ di tranquillità nel suo piccolo parco.

Città Alta è raggiungibile con l’autobus ATB linea 1/A che parte dalla stazione oppure con la funicolare in via Vittorio Emanuele II. Nel borgo si trovano le indicazioni per la Rocca.

Be Sociable, Share!

Post a Reply